IO VOTO PDL PERCH╚ SONO FURBO!

news inserita il 07/04/2011 - da: LUCA SCIACCHITANO

Qualche giorno fa parlavo con una ragazza che afferma di votare Berlusconi e la cosa mi ha sorpreso non poco.

Mi ha sorpreso perchŔ la condizione lavorativa della ragazza Ŕ quella tipica della giovane donna disoccupata del mezzogiorno, con pochissime prospettive lavorative ed una possibilitÓ di ascesa lavorativa vicinissima allo zero.

Eppure Ŕ una ragazza in gamba, lavoricchia come pu˛ qui e li con tutta la serietÓ di cui dispone. Eppure vota Berlusconi.

E mi fa strano che non capisca che Berlusconi potrÓ anche essere simpatico.
PotrÓ anche essere un compagnone alle feste: paga sempre lui, porta vino e figa.
Si canta, si suona, si ride e si fa Bunga Bunga.

Ma la mattina dopo, lei sempre disoccupata rimane.
Anzi, peggio che disoccupata: soggetta ai contratti-truffa CO.CO.PRO. dei call center.

Che ti obbligano a lavorare come una dipendente con un contratto che non prevede nessuna tutela.
Dopo 6 mesi l'azienda chiude senza pagare gli stipendi ed i lavoratori rimangono abandonati a loro stessi.
Ciliegina sulla torta, dopo qualche tempo riapre di nuovo un call center e lo scherzetto riparte senza che il governo intervenga minimamente a monitorare la situazione e quindi ad intervenire.

Bisognerebbe quindi che il governo, ovvero quel mattacchione di Berlusconi mettesse mani a questo tipo di contratti per dare maggiori tutele ai giovani lavoratori.
Magari proprio alla tipologia pi¨ a rischio: giovane lavoratrice donna del mezzogiorno.
Ovvero a lei stessa.

Ma il parlamento Ŕ rimasto chiuso diversi giorni l'anno perchŔ il governo non Ŕ in grado di produrre leggi.

Leggi che ce ne sarebbero a bizzeffe da approvare.
Da una seria riforma dei contratti di lavoro (TUTTI, dai pi¨ tutelati ai meno tutelati), un serio gire di vite contro i soprusi delle aziende verso i consumatori (Enel, Eni, telecom etc.), un controllo serio sulle commissioni e spese bancarie ed assicurative, una nuova legge elettorale, l'iva al 10% sul turismo, una rimodulazione fiscale che abbassi le tasse per tutti ma punisca pesantemente gli evasori, politiche per il lavoro giovanile, incentivi o zone franche per il sud, politiche di sostegno alle famiglie (soprattutto quelle che procreano), fino ad arrivare a temi etici scottanti quali i rapporti legali fra le coppie gay e l'eventuale o meno adozione da parte di queste coppie, un serio progetto di fine vita per i cittadini etc.

Ma senza andare troppo lontano e troppo filosofici, restiamo sulla palla.

Giovane donna in cerca di lavoro nel mezzogiorno.
E la camera chiude e va in ferie.
E quello che dovrebbe fare rabbia a quest'elettrice del PdL Ŕ che, se da una parte la camera fa ferie perchŔ non ha leggi da votare, ieri sera hanno fatto la notte fonda per approvare una legge che non serve a nessuno: il processo breve.

O meglio, non serve alla giovane donna in cerca di lavoro nel mezzogiorno.
Serve a Berlusconi e a tutti quelli che si trovano sotto processo.

Quindi capisco i delinquenti che votano PdL per ringraziare Berlusconi di questo regalo.
Non capisco come un cittadino con 1000 problemi possa dare appoggio a questo schifo.

 

 

 

© 2010 Luca Sciacchitano
privacy

powered by First Web - segnalato su www.viveretrapani.it